• 0 Items - 0.00
    • No products in the cart.

Marco Mazzi

""

Marco Mazzi (Firenze, 1980) è laureato in Letteratura Italiana moderna e contemporanea. Attivo come scrittore e artista, ha realizzato mostre multimediali e video installazioni presso il 798 Art District di Beijing (2006), il Watari Museum di Tokyo (2008), il MLAC di Roma (2009), il Centro per l'arte contemporanea Luigi Pecci di Prato (2018), il Museo di Scultura e Architettura di Pietrasanta (2019). Fa parte del collettivo Debatik Center for Contemporary Art di Tirana. Vive e lavora fra Firenze, Tokyo e Tirana.

Libri dell'Autore

Parole di Elisa. Storia di una ragazza dell’Europa dell’Est

8.00

Elisa è nata e cresciuta in Ucraina, in un contesto familiare e sociale difficile. Fin da bambina cerca di afferrare il senso di ciò che le accade intorno, in famiglia e fuori, e si domanda come poter trovare una strada per una vita migliore. Seguendo le orme della sorella maggiore, Elisa si trasferisce in Italia e si dedica alla prostituzione. Questa scelta, all’inizio casuale, diventa una forma specifica di esistenza, un preciso punto di vista sulle cose e sugli uomini, una radiografia continua dei rapporti di forza che informano ogni relazione.
Marco Mazzi ha raccolto le “parole di Elisa” e le ha organizzate per presentare una storia di violenza, malattia, potere e lotta per la sopravvivenza. La storia di un individuo e del contesto socio-economico che lo influenza.
Parole di Elisa è la terza tappa di un percorso curatoriale e artistico di Marco Mazzi

 

 

2014, cm 12 × 18, pp. 55, softcover

 

ISBN 978-88-6394-044-2

Relational Syntax. Aesthetic awareness and ideological experience in post-industrial society

24.00

Il volume è strutturato intorno a un interrogativo: esiste oggi un’estetica appropriata per un’arte che possa definirsi “politica”? Gli autori affrontano il tema supponendo che i diversi linguaggi (fotografico, filmico, testuale e video) permettano di elaborare una teoria della conoscenza e dell’analisi delle idee, che non appartiene alla rappresentazione di una soggettività individuale, ma alla collettività. Da qui l’interesse per le risorse archivistiche, e per una coscienza estetica che consenta agli artisti di analizzare e di ricomporre una rappresentazione critica del reale in cui le forme recuperino il loro potere di straniamento, costituendo nuovi margini di contestazione e di deduzione.

Autori dei saggi: Francesca Banchelli, Manuel Billi, Lorenzo Carlucci, Marco Gatto, Harun Farocki, Vincent W. J. van Gerven Oei, Adam Staley Groves, Marco Mazzi, Chiara Ruberti, subREAL, Jiro Takamatsu
Autori delle fotografie: Isabella Hollauf, Takashi Homma, Diego Cossentino e Marco Mazzi, Hilario Isola e Matteo Norzi, Alessandro Lanzetta, Ben Rivers, Eiki Mori

 

 

2012, cm 17 × 24, pp. 312, illustrazioni in b/n, softcover

 

ISBN: 978-88-6394-0480

Uninspired Architecture

24.00

Il volume presenta un ciclo di 250 fotografie in bianco e nero dedicate da Marco Mazzi alla città di Tirana (Albania). Gli scatti sono stati realizzati nel 2013 nell’ambito del programma di residenze d’artista promosso dal Department of Eagles di Tirana e curato da Vincent W. J. Van Gerven Oei, filologo e direttore dell’ufficio progetti per le arti e le scienze umane del dipartimento. Il progetto è incentrato sulle circostanze sociali e politiche che hanno favorito la trasformazione concreta della città attraverso la funzione classificatrice dei codici interpretativi ed estetici messa in atto dalla tecnologia e dai media informatici, dallo sviluppo industriale e dall’affermazione del capitalismo internazionale.

 

 

2014, cm 17 × 24, pp. 272, illustrazioni in b/n, softcover

 

Lingua: inglese e italiano

 

ISBN: 978-88-6394-064-0